Peggio che morto

8,00

Rex Stout

Editore: Mondadori
Collana: I classici
Edizione: 1
Anno edizione: 1971
Formato: tascabile
Pagine: 194 p.

Descrizione

“Paul Herold che lasciò Omaha (Nebraska) nel 1945 apprenderà una certa notizia a suo vantaggio mettendosi immediatamente in comunicazione con suo padre. E’ stato provato che fu commesso un errore. Chiunque legga questo annuncio e sappia qualcosa sul suddetto Paul Herold è pregato di darne notizia e sarà adeguatamente ricompensato. X 904, N.Y. Times.” Questo annuncio pubblicato su cinque quotidiani di New York ripetutamente non ha dato risultati e ora il padre dell’irreperibile Paul è seduto sulla poltrona dei clienti, nello studio di Nero Wolfe. Subito dopo essersi allontanato da casa, Paul, accusato di un furto che non ha commesso, è scomparso. Qualcuno pensa perfino che sia morto. Nero Wolfe e Archie Goodwin accetteranno l’incarico di rintracciarlo e naturalmente ci riusciranno. Paul non è morto ma si può dire che è “peggio che morto” poiché la sedia elettrica lo aspetta inesorabile.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Peggio che morto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *